SEI IN > VIVERE ITALIA > SPORT
articolo

Olimpiadi: Viviani oro nel ciclismo su pista, Bruni argento nel nuoto di fondo

1' di lettura
1778

Lunedì, decima giornata di gare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, l'Italia ha vinto altre due medaglie: l'oro di Elia Viviani nell'omnium e l'argento di Rachele Bruni nel nuoto di fondo 10km.

L'omnium è una specialità del ciclismo su pista composto da sei gare diverse (scratch, inseguimento individuale, corsa a eliminazione, corsa a cronometro, giro lanciato, corsa a punti) che si disputano nell'arco di due giorni. Viviani è arrivato primo nella classifica finale davanti al britannico Mark Cavendish e al campione olimpico uscente, il danese Lasse Norman Hassen. Nell'ultima gara l'azzurro è anche stato coinvolto in uno scontro ed è caduto, ma si è rialzato e ha continuato la corsa senza problemi. Il 27enne veneto, argento nella gara dell'omnium all'ultimo mondiale, era arrivato sesto alle Olimpiadi di Londra 2012.

L'altra medaglia di giornata è stata ottenuta dalla nuotatrice Rachele Bruni nella 10 chilometri di fondo. La 25enne fiorentina era arrivata terza appena dietro la francese Aurelie Muller, che è stata però squalificata pochi minuti dopo l'arrivo. Secondo i giudici di gara la francese si è appoggiata irregolarmente sull'azzurra per poter toccare prima di lei la piastra d'arrivo. Oro all'olandese Sharon Van Rouwendaal.

L'Italia ha finora conquistato 23 medaglie: otto d'oro, nove d'argento e sei di bronzo.





Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2016 alle 18:31 sul giornale del 17 agosto 2016 - 1778 letture