SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Turchia: tre attentati contro polizia ed esercito nell'est del paese, dodici morti

1' di lettura
1221

turchia

Almeno dodici persone sono morte e oltre duecento sono rimaste ferite in tre attentati compiuti giovedì nella Turchia orientale.

Il primo attacco è avvenuto nella città di Van, vicino al confine iraniano: un'autobomba è esplosa nei pressi di un commissariato di polizia, uccidendo un poliziotto e due civili e ferendo decine di persone. Una seconda autobomba è esplosa poche ore più tardi a Elazig, sempre contro un commissariato, uccidendo tre agenti di polizia.

Un terzo attacco è stato compiuto nel distretto di Hizan, nell'est del paese: un ordigno improvvisato è esploso al passaggio di un veicolo militare, causando la morte di cinque soldati e di un civile.

Gli attacchi non sono stati rivendicati, ma secondo le autorità turche sarebbero stati effettuati dai combattenti del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (Pkk). Il presidente turco Erdogan ha anche detto che dietro agli attentati del Pkk ci sarebbe la mano dell'organizzazione del religioso Fetullah Gulen, accusato di aver orchestrato il tentato colpo di stato del luglio scorso. Nell'ultimo anno, da quando cioè è ripreso lo scontro armato tra il governo turco e il Pkk, i ribelli curdi hanno compiuti diversi attentati terroristici contro la polizia, sopratutto nell'est del paese.



turchia

Questo è un articolo pubblicato il 18-08-2016 alle 17:41 sul giornale del 19 agosto 2016 - 1221 letture