SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

New York: esplosione provoca 29 feriti, le autorità, "Nessuna prova che si tratti di terrorismo"

1' di lettura
1865

Una violenta esplosione si è verificata sabato sera intorno alle 20 (ora locale) a New York, nel quartiere di Chelsea, a Manhattan tra la 23ma e la sesta Avenue.

Ventinove le persone che sono rimaste ferite, di cui una in modo grave. Si tratta di una zona popolata di locali. Ad esplodere un ordigno posizionato in una cassetta degli attrezzi nascosta dentro un cassonetto. Scattato il piano antiterrorismo. "E' stato un attacco intenzionale", ha detto il sindaco di New York, Bill De Blasio, ma non ci sono "prove di legami con il terrorismo". Lo stesso ha affermato il governatore di New York Andrew Cuomo.

Un secondo ordigno inesploso è stato trovato successivamente a Manhattan confezionato con una pentola a pressione, piena di chiodi e collegata ad cellulare. Accanto un foglio con una scritta. Gli artificieri hanno fatto sapere che era simile a quella esplosa alla maratona di Boston. La Farnesina ha riferito che non ci sono italiani coinvolti. Le esplosioni si sono verificate alla vigilia del summit sui rifugiati e dell’assemblea generale dell’Onu, a cui parteciperanno numerosi capi di stato e di governo.



Questo è un articolo pubblicato il 18-09-2016 alle 18:09 sul giornale del 19 settembre 2016 - 1865 letture