Gran Bretagna: studenti italiani distinti da napoletani e siciliani, il Foreign Office si scusa

1' di lettura 12/10/2016 - È polemica per un questionario sottoposto ai giovani studenti italiani che si trovano nel Regno Unito a studiare.

I ragazzi devono rispondere se sono italiani, italiani-napoletani o italiani-siciliani, questi ultimi considerati minoranze linguistiche che parlano solo dialetto. Sdegno da parte delle famiglie dei giovani studenti che considerano la categorizzazione una discriminazione.

È quindi intervenuto l’ambasciatore italiano nel Regno Unito, Pasquale Terracciano, che ha ricordato che l’Italia è unita dal 1860. Il Foreign Office britannico si è quindi scusato con l'Italia per il questionario, iniziativa locale di alcune scuole, spiegando che l’iniziativa mirava all'accertamento di qualche ulteriore difficoltà linguistica per i bambini da inserire nel sistema scolastico inglese e gallese.






Questo è un articolo pubblicato il 12-10-2016 alle 13:44 sul giornale del 13 ottobre 2016 - 8390 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aCec