Soldati italiani in Lettonia, la Russia protesta, "Politica della Nato distruttiva"

1' di lettura 14/10/2016 - Un contingente di soldati italiani sarà schierato a partire dal 2018 in Lettonia a difesa della frontiera esterna della Nato con la Russia.

La decisione è stata presa nel corso del vertice di Varsavia, come ha annunciato il ministro della Difesa, Roberta Pinotti. Immediati, in Italia, i commenti delle opposizioni che chiedono al governo di riferire al più presto in merito ad una decisione presa, senza che il Parlamento fosse a conoscenza del nuovo impegno militare.

Il Ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha spiegato che non si tratta “di una politica di aggressione verso Mosca, ma di una politica di rassicurazione e difesa dei nostri confini come Alleanza Atlantica", aggiungendo, “l'Italia invierà una compagnia di 140 militari in Lettonia, nel quadro della forza della Nato a guida canadese”.

Non si è fatta attendere la risposta della Russia: "La politica della Nato è distruttiva", ha accusato.






Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2016 alle 15:19 sul giornale del 15 ottobre 2016 - 15801 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo, Roberta Pinotti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aCj1





logoEV