SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Camorra, Nicola Cosentino condannato a 9 anni per concorso esterno

1' di lettura
24849

nicola cosentino

L’ex sottosegretario all’Economia del Pdl, Nicola Cosentino, è stato condannato a nove anni di carcere per concorso esterno in associazione camorristica

I giudici del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere hanno inflitto all'ex senatore anche due anni di libertà vigilata al termine della pena e l'interdizione perpetua dai pubblici uffici. Il pm Alessandro Milita della Direzione distrettuale antimafia di Napoli aveva chiesto 16 anni di carcere. La sentenza è arrivata alla fine di un lunghissimo processo iniziato nel marzo 2011. L'ex senatore era l'unico imputato.

Secondo l'accusa Cosentino, a lungo coordinatore campano di Forza Italia, è stato fin dal 1980 il referente politico-istituzionale del clan dei Casalesi. Grazie al suo ruolo e alle sue relazioni avrebbe favorito la camorra in cambio di voti e capacità intimidatorie.

Arrestato più volte anche per altre vicende (estorsione e corruzione), Cosentino è attualmente agli arresti domiciliari. Lo scorso giugno è stato condannato per il reato di corruzione a quattro anni di reclusione, per aver corrotto un agente della polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Secondigliano (Napoli).



nicola cosentino

Questo è un articolo pubblicato il 17-11-2016 alle 19:03 sul giornale del 18 novembre 2016 - 24849 letture