SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Messico: estradato negli Usa il narcotrafficante ''El Chapo'' Guzman

1' di lettura
39480

Il governo messicano ha annunciato che il narcotrafficante più famoso del mondo, Joaquin Guzman detto "El Chapo", è stato estradato negli Stati Uniti ed è arrivato nella serata di giovedì a New York con un volo da Ciudad Juarez.

Il boss del cartello di Sinaloa deve rispondere negli Stati Uniti di diverse accuse tra cui traffico di droga, riciclaggio di denaro, sequestro di persona e omicidio. L'estradizione era stata richiesta dagli stati della California e del Texas. Il governo messicano aveva autorizzato l'estradizione lo scorso maggio dopo aver ottenuto dalle autorità statunitensi la garanzia che non sarebbe stata applicata la pena di morte.

Sotto la guida di Guzman, il cartello di Sinaloa è diventato una delle più potenti e ricche organizzazioni criminali dedite al traffico di droga. Secondo quanto stimato dalla rivista Forbes nel 2012 il patrimonio personale di Guzman si aggirava attorno ai 900 milioni di euro.

Arrestato più volte, El Chapo è noto anche per le sue fughe rocambolesche dal carcere. Fu catturato la prima volta in Guatemala nel 1993 ed estradato in Messico. Riuscì ad evadere nel 2001 nascosto in un carrello della lavanderia. Venne arrestato nuovamente nel 2014. Fuggì ancora un anno dopo grazie ad un tunnel scavato nella roccia lungo un chilometro, nel quale era stata installata una motocicletta su rotaie. La fuga durò questa volta appena sei mesi: le forze speciali messicane lo arrestarono di nuovo l'8 gennaio 2016, pochi mesi dopo aver incontrato per un'intervista l'attore statunitense Sean Penn.



Questo è un articolo pubblicato il 20-01-2017 alle 18:17 sul giornale del 21 gennaio 2017 - 39480 letture