Parigi: giovane fermato dalla polizia e violentato, esplodono le proteste nella banlieue

1' di lettura 07/02/2017 - Tornano le violenze nella banlieue di Parigi. Per tre notti consecutive si sono verificati scontri tra giovani e la polizia nel sobborgo settentrionale di Aulnay-sous-Bois, dopo l'arresto giovedì di un 22enne di colore, Theo.

Un’indagine è stata aperta sulla violenza che quattro poliziotti avrebbero usato nei confronti del giovane e i quattro sono stati sospesi dal servizio. Il 22enne sarebbe stato infatti fermato, pestato e sodomizzato con un manganello, circostanza confermata dal referto medico dell’ospedale di Aulnay dove è stato curato per le ferite riportate.

Ma la versione è confermata anche dalle immagini di videosorveglianza della zona e da alcuni testimoni. Uno degli agenti è indagato per violenza sessuale, gli altri tre per violenze.

Lunedì pomeriggio una marcia pacifica, in 500 sono scesi in piazza per manifestare solidarietà nei confronti del giovane. Nella notte tra lunedì e martedì però sono riesplose le proteste, sarebbero stati incendiati 11 auto e 23 cassonetti e 26 persone arrestate. Il giovane ha ricevuto la visita del presidente Francois Hollande, che gli ha assicurato che verrà fatta giustizia.






Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2017 alle 18:07 sul giornale del 08 febbraio 2017 - 11936 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aGce