SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Siria: raid aereo russo uccide tre soldati turchi

1' di lettura
13589

siria

Un raid dell'aviazione russa ha ucciso per errore tre soldati turchi nel nord della Siria, nei pressi della città di al-Bab.

Il presidente russo Vladimir Putin ha chiamato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan per esprimere il suo cordoglio per la morte dei militari.

I soldati turchi stanno combattendo al fianco dei ribelli siriani per riprendere dalle mani dello Stato Islamico il controllo della città di al-Bab, a circa 30 chilometri dal confine turco. Secondo quanto dichiarato dall'esercito di Ankara, il raid russo mirava a colpire obiettivi dell'Isis, ma ha invece centrato un edificio al cui interno si trovavano alcuni soldati turchi. Altri undici militari turchi sono rimasti feriti.

L’offensiva su al-Bab fa parte della campagna militare avviata la scorsa estate dalla Turchia per scacciare i combattenti dell'Isis e fermare l'avanzata delle milizie curde siriane nel nord della Siria. Russia e Turchia si trovano su fronti opposti del conflitto siriano: Mosca sostiene il presidente Bashar al Assad, mentre Ankara i ribelli. Dall'inizio dell'anno però i due paesi hanno iniziato a condurre attacchi congiunti contro lo Stato Islamico nella città di al-Bab.



siria

Questo è un articolo pubblicato il 09-02-2017 alle 20:22 sul giornale del 10 febbraio 2017 - 13589 letture