Lavagna: 16enne si uccide durante una perquisizione

guardia di finanza 1' di lettura 13/02/2017 - Un ragazzo di 16 anni si è gettato dal balcone di casa al terzo piano durante una perquisizione della Guardia di Finanza.

E' accaduto nel primo pomeriggio di lunedì a Lavagna, in provincia di Genova. Il giovane era stato fermato dai finanzieri e trovato in possesso di alcuni grammi di hashish durante un controllo di routine all’uscita da scuola, un liceo di Chiavari. E' quindi scattata la perquisizione nella sua casa. Il giovane, incensurato, rischiava solo una segnalazione in Prefettura.

Durante il controllo, alla presenza della madre, il 16enne si è lanciato all'improvviso dal balcone al terzo piano della palazzina. Nessuno dei presenti è riuscito ad intervenire. All'arrivo del 118 il ragazzo era ancora in vita. I sanitari hanno chiesto l'intervento dell'eliambulanza per il trasporto d'urgenza all'ospedale San Martino di Genova, ma lo studente è deceduto poco prima di raggiungere l'elicottero.






Questo è un articolo pubblicato il 13-02-2017 alle 20:09 sul giornale del 14 febbraio 2017 - 19969 letture

In questo articolo si parla di cronaca, suicidio, guardia di finanza, hashish, lavagna, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aGpF