Nasa: scoperti 7 nuovi pianeti simili alla Terra

esopianeti 1' di lettura 22/02/2017 - Un gruppo di astronomi coordinati dall’Università di Liegi, in Belgio, ha scoperto un nuovo sistema solare composto da sette pianeti con dimensioni simili a quelle delle Terra, tre dei quali potrebbero ospitare forme di vita.

La scoperta è contenuta in una ricerca pubblicata sulla rivista Nature e presentata mercoledì dalla Nasa nel corso di un’attesa conferenza stampa. Si tratta di una delle più importanti scoperte degli ultimi anni nel campo della ricerca degli esopianeti (i mondi fuori dal nostro sistema solare).

E' la prima volta infatti che vengono scoperti così tanti pianeti simili alla Terra intorno a una stessa stella. Inoltre, tra quelli scoperti finora, il nuovo sistema è quello con il più alto numero di mondi che presentano le condizioni adatte per ospitare la vita.

I sette pianeti orbitano attorno a una stella battezzata Trappist-1, più piccola e fredda del Sole, che si trova a 40 anni luce di distanza dalla Terra, nella costellazione dell'Acquario.

I nuovi mondi sono tutti paragonabili per dimensioni e temperatura alla Terra, e almeno sei dei sette rilevati hanno probabilmente una composizione rocciosa. Almeno tre di essi si trovano nella "zona abitabile", orbitano cioè ad una distanza dalla loro stella che permetterebbe all’acqua di rimanere nello stato liquido sulla loro superficie, e quindi potenzialmente in grado di ospitare forme di vita.






Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2017 alle 20:01 sul giornale del 23 febbraio 2017 - 15582 letture

In questo articolo si parla di attualità, nasa, spazio, marco vitaloni, articolo, esopianeti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aGI6