Napoli: finge l'impiccagione per una foto su Facebook, finisce in ospedale

Ambulanza generico 1' di lettura 27/02/2017 - Voleva simulare l’impiccagione per poi farsi una foto da pubblicare sui social. Il gioco di un 13enne ha però rischiato di finire molto male.

Il ragazzino, insieme al cugino di 10 anni, ha provato a simulare il suicidio con la cinta di un accappatoio, ma qualcosa è andato storto. È accaduto in appartamento di via Crispi a Mugnano (Napoli). Ad accorgersi della tragedia che stava per consumarsi la zia che lo ha liberato dalla stretta.

Sul luogo il 118. Il ragazzino è stato portato all’ospedale San Giuliano di Giugliano. Ricoverato in rianimazione, ora sta meglio.






Questo è un articolo pubblicato il 27-02-2017 alle 20:05 sul giornale del 28 febbraio 2017 - 392 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aGTI