SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Trento: il tribunale riconosce una coppia di uomini come genitori di due gemelli

1' di lettura
555

tribunale

La Corte d'Appello di Trento ha riconosciuto legalmente una coppia di uomini come genitori di due gemelli nati grazie alla maternità surrogata.

Si tratta di una decisione storica: per la prima volta un tribunale italiano ha riconosciuto l'esistenza di un legame genitoriale tra due bambini nati grazie alla gestazione per altri e il partner di una coppia omossessuale che non ha alcun legame genetico con i bambini. In particolare, con l'ordinanza emessa lo scorso 23 febbraio e pubblicata dall'associazione Articolo 29, la Corte ha stabilito la validità di un certificato di nascita di uno Stato straniero (gli Stati Uniti) attestante la doppia paternità.

"Si tratta - scrive Articolo 29 - di una pronuncia di assoluta rilevanza, in quanto per la prima volta un giudice di merito applica, in una coppia di due padri, i principi enunciati dalla Corte di cassazione, con la sentenza n. 19599/2016", che aveva stabilito la legittimità di un certificato di nascita che riportava i nomi di due madri.

La decisione del tribunale di Trento rappresenta di fatto un caso di stepchild adoption, l'adozione del figlio del partner con il quale non si hanno legami biologici, che era stata esclusa dalla legge sulle unioni civili approvata nel maggio dello scorso anno.

Il caso di Trento è molto simile a quello avvenuto a Napoli lo scorso dicembre. Il tribunale aveva riconosciuto una coppia di donne, che vivono e si sono sposate in Spagna, come madri di un bambino nato grazie all’inseminazione artificiale, anche se una delle due non ha legami biologici con il minore.



tribunale

Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2017 alle 18:41 sul giornale del 01 marzo 2017 - 555 letture