SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Londra: lo Stato Islamico ha rivendicato l'attentato. Identificato il killer

1' di lettura
591

Lo Stato Islamico ha rivendicato l'attentato di Londra attraverso l'agenzia di stampa semi-ufficiale Amaq.

La polizia ha rivelato l'identità dell'attentatore che mercoledì ha ucciso tre persone a Westminster: si chiama Adrian Russell Ajao, ma si faceva chiamare Khalid Masood da quando si era convertito all'Islam. Nato nel Kent, 52 anni, aveva alcuni precedenti penali per aggressione e possesso illegale di armi. In un intervento al Parlamento britannico, la premier Theresa May ha detto che l'uomo ha agito da solo ed era stato indagato in passato dai servizi di intelligence britannici per "estremismo violento".

Giovedì la polizia ha condotto diverse operazioni collegate all'attentato ed ha arrestato otto persone, sette delle quali a Birmingham, la città a nord-est di Londra dove era stata noleggiata l'auto utilizzata per compiere l'attacco.

Giovedì sera è morto in ospedale a causa delle ferite riportate Leslie Rhodes, 75 anni, travolto dall'auto sul ponte di Westminster. Si tratta della quinta vittima dell'attentato: le altre sono Keith Palmer, il poliziotto di 48 anni accoltellato dall'attentatore nel cortile del parlamento; la 43enne Aysha Frade, impiegata in un college londinese; lo statunitense Kurt Cochran, in città come turista assieme alla moglie Melissa, rimasta ferita durante l'attacco, e l'attentatore stesso.





Questo è un articolo pubblicato il 23-03-2017 alle 16:28 sul giornale del 24 marzo 2017 - 591 letture