Brasile: proteste contro il presidente Temer, interviene l'esercito

1' di lettura 25/05/2017 - Giorni di violente proteste in Brasile dove in migliaia sono scesi in piazza per manifestare contro il presidente Temer accusato di corruzione.

150 mila le persone che hanno protestato a Brasilia. E dopo l'arrivo dell' esercito la tensione si è alzata. Ferite 49 persone negli scontri, mentre 7 sono gli arresti. Danneggiati gli edifici di almeno 7 ministeri, mentre il dicastero dell'Agricoltura è stato dato alle fiamme insieme alla cattedrale.

I dimostrati vogliono le dimissioni del presidente Temer sotto accusa per corruzione. Ad incastrarlo una registrazione telefonica da cui si sente chiaramente che acconsente al pagamento di alcune tangenti. A giudicare colpevole Michel Temer anche il Tribunale Supremo Federale, la massima istanza giuridica, che ha il compito di valutare le azioni penali nei confronti delle alte cariche istituzionali. Il tribunale ha deciso lo ha gudato colpevole per tre reati: corruzione passiva, intralcio alla giustizia e associazione a delinquere.






Questo è un articolo pubblicato il 25-05-2017 alle 15:24 sul giornale del 26 maggio 2017 - 544 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, brasile, Sara Santini, articolo, michel temer

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aJJR