Roma: rogo camper sorelline rom, due indagati. Appiccarono il fuoco per vendetta

incendio camper Roma 1' di lettura 29/05/2017 - Sono indagate le due persone accusate di aver appiccato il fuoco al camper in cui hanno perso la vita tre sorelle rom.

Si tratta di due rom, come le vittime, identificati grazie ai video delle telecamere di videosorveglianza e ai racconti dei genitori delle piccole. Il movente sarebbe legato ad uno scontro tra famiglie, una vendetta dunque alla base della decisione di appiccare il fuoco al camper. Gli inquirenti li hanno identificati e sono sulle loro tracce.

Che si trattasse di un incendio doloso si era capito fin dalle prime ore, grazie al ritrovamento di materiale infiammabile intorno al veicolo, andato distrutto nel rogo. Le accuse per gli indagati sono di omicidio plurimo volontario, e porto di oggetti incendiari.






Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2017 alle 15:23 sul giornale del 30 maggio 2017 - 702 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aJQK