Chioggia: "Spiaggia fascista", indagato l'imprenditore balneare

1' di lettura 13/07/2017 - È indagato per apologia di Fascismo l’imprenditore balneare che nei giorni scorsi ha fatto discutere per l'affissione di immagini e scritte che facevano riferimento al regime di Mussolini nel lido "Playa Punta Canna", a Chioggia.

Dopo la segnalazione della Digos, ora via alle indagini nei confronti dell’imprenditore, Gianni Scarpa. Il reato contestato fa riferimento all'articolo 4 della legge 645 del 1952, la cosiddetta “legge Scelba”.

Intanto i titolari dello stabilimento si dissociano dai cartelli comparsi, minacciando provvedimenti tra cui il licenziamento per Scarpa.






Questo è un articolo pubblicato il 13-07-2017 alle 18:43 sul giornale del 14 luglio 2017 - 1046 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aLdy





logoEV