Prato: tratta di baby calciatori dall'Africa, coinvolte anche squadre di serie A

1' di lettura 20/07/2017 - Alcuni dirigenti del Prato calcio (Lega Pro) avrebbero alterato i risultati di alcune partite e favorito l'ingresso illegale in Italia di minorenni africani, alcuni dei quali poi venduti a ignare squadre di serie superiore.

Questo il nuovo scandalo emerso, che potrebbe coinvolgere anche squadre di serie A e B. La polizia di Stato di Prato, ha eseguito quattro misure di custodia cautelare e una serie di perquisizioni per immigrazione clandestina, falso documentale e favoreggiamento reale a carico di persone legate al mondo del calcio.

Gli indagati avrebbe falsificato documenti per far arrivare in Italia giovani di origine africana, in particolare ivoriani, producendo false attestazioni di parentele presso l'Ambasciata Italiane di Abidjain, e l'Ufficio Immigrazione della Questura di Prato. Di seguito venivano quindi rilasciati i visti e poi i permessi di soggiorni per i giovani calciatori. Dalle indagini sono emersi anche alcuni tentativi di alterare i risultati delle partite.






Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2017 alle 12:55 sul giornale del 21 luglio 2017 - 614 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aLqi





logoEV