Quote migranti: Corte di giustizia europea boccia il ricorso di Ungheria e Slovacchia

1' di lettura 06/09/2017 - La Corte di Giustizia Europea ha bocciato il ricorso presentato nel 2015 da Ungheria e Slovacchia e contro le quote di ripartizione dei richiedenti asilo di Grecia e Italia.

I due paesi, avevano votato contro la misura temporanea proposta in Consiglio, proprio come Polonia e Repubblica Ceca, chiedendo alla corte di annullarla per vizi procedurali, basi giuridiche inappropriate e inidoneità della misura.

Il presidente del Pe Antonio Tajani ha accolto con favore la sentenza, rinnovando l'invito ad andare avanti con i ricollocamento. Il commissario Avramopoulos ha invece avvertito Ungheria, Repubblica Ceca e Polonia che se non cambieranno la loro impostazione sui migranti verrà portata avanti la procedura di infrazione.






Questo è un articolo pubblicato il 06-09-2017 alle 12:56 sul giornale del 07 settembre 2017 - 439 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, migranti, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aMKP





logoEV