Castelplanio: 65enne colpito da Chikungunya, primo caso nelle Marche

zanzara tigre 1' di lettura 16/09/2017 - Si chiama Chikungunya ed è una febbre provocata dalla puntura di una zanzara che ad oggi è molto diffusa nel Mediterraneo. Il primo caso nelle Marche, di un uomo a Castelplanio. Intanto l'OMS dichiara: 'Non si escludono nuovi focolai'.

L'uomo, 65 anni, risiede in una città del Lazio (e non a Castelplanio come invece era stato indicato da prime indiscrezioni), zona dove è presente un focolaio della malattia e sono parecchi i casi registrati di febbre provocata dalla Aedes albopictus, la cosiddetta zanzara tigre.

Nel Lazio ha quindi contratto la malattia e si trovava a Castelplanio, dove ha dei parenti, per un viaggio di cortesia quando è stato ricoverato presso l'Ospedale di Fabriano con febbre molto alta e forti dolori muscolari ed articolari. Il paziente, guarito, è stato già dimesso.

La Chikungunya che provoca febbre alta, eruzioni cutanee, mal di testa, dolori muscolari e articolari, di solito non é fatale. "La malattia è diffusa in Africa, Asia e Americhe, oltre che nel subcontinente indiano", spiega l'Oms che sta monitorando i focolai in corso e non esclude che in Italia possano scoppiare altri. Nel 2007 la febbre è stata registrata per la prima volta in Emilia Romagna, con 217 casi accertati.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2017 alle 14:43 sul giornale del 18 settembre 2017 - 699 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, marche, castelplanio, zanzara tigre, cristina carnevali, articolo, febbre, Chikungunya, primo caso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aM6m





logoEV