SEI IN > VIVERE ITALIA > CRONACA
articolo

Terremoto Amatrice, in sei a a processo per il crollo di una palazzina

1' di lettura
628

Sei persone sono state rinviate a giudizio dal gup del tribunale di Rieti per il crollo di una palazzina di Amatrice avvenuto a causa del terremoto del 24 agosto 2016.

Nel crollo dell'edificio in piazza Augusto Sagnotti, costruito nell’ambito del progetto di edilizia residenziale pubblica, morirono sette persone. Tra le persone rinviate a giudizio c'è l'ex sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ora consigliere regionale del Lazio con Fratelli d’Italia.

Gli altri sono il comandante della Polizia Municipale di Amatrice, il direttore dei lavori e tre tecnici del Genio Civile. Sono accusati di disastro colposo plurimo, omicidio colposo plurimo e lesioni personali colpose. Secondo l'accusa, la palazzina venne ristrutturata in seguito al terremoto dell'Aquila del 2009, senza però rispettare le norme antisismiche. L'edificio inoltre non venne collaudato.



Questo è un articolo pubblicato il 11-10-2019 alle 18:33 sul giornale del 12 ottobre 2019 - 628 letture