SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Emergenza coronavirus e scuola: con la Dad rischio abbandono per 34mila studenti

2' di lettura
463

Stato d'allerta sul pericolo della dispersione scolastica. È quanto si evidenzia dal riscontro dei dati contenuti nell’indagine “I giovani ai tempi del Coronavirus”, condotta da Ipsos per Save the Children su un campione di adolescenti tra i 14 e i 18 anni.

Il 28% degli studenti ha dichiarato che almeno uno dei loro compagni di classe, da inizio lockdown ad oggi, avrebbe smesso di frequentare le lezioni: tra questi, il 25% ritiene che siano addirittura più di 3 i ragazzi che non frequentano più. Dai dati raccolti, Save the Children stima che circa 34mila studenti delle scuole secondarie di secondo grado potrebbero aggiungersi entro fine fine anno ai "dispersi" della scuola. Secondo gli adolescenti intervistati, tra le motivazioni delle assenze dalla Didattica a distanza, c'è la difficoltà delle connessioni e la fatica a concentrarsi nel seguire la didattica dietro ad uno schermo.

Per quello che concerne le assenze dell’ultimo mese, la netta maggioranza (86%) ha fatto 1-2 assenze, ma 1 ragazzo su 14 (7%) ne ha fatte 5 o più di 5. Problemi di connessione e copertura di rete (28%) e problemi di concentrazione durante le lezioni online (26%) i motivi più rilevanti che portano a non frequentare con regolarità le lezioni online. L’8% dichiara di aver fatto più assenze rispetto allo scorso anno scolastico, ma la percezione rispetto alla tendenza dei propri compagni di classe è ben diversa: più di 7 ragazzi su 10 (72%) dicono di avere almeno un compagno che sta facendo più assenze rispetto allo scorso anno, un dato che aumenta tra i 16-18enni, con 75% contro 69% dei 14-15enni.

A distanza di quasi un anno dall'inizio della pandemia in Italia, per un adolescente su due o quasi, (il 46%), è stato "un anno sprecato" e per quasi 6 studenti su 10 (59%), la propria capacità di socializzare ha subìto ripercussioni negative.



Questo è un articolo pubblicato il 05-01-2021 alle 11:03 sul giornale del 07 gennaio 2021 - 463 letture