Crisi: Fico, ultimo tentativo per ricompattare la maggioranza. Conte innesca il "contropiede"

1' di lettura 02/02/2021 - Giornata cruciale per il presidente della Camera Roberto Fico. È in atto infatti, il tentativo estremo di ricostruire una maggioranza che possa condurre ad un "Conte ter" o ad una valida alternativa di convergenza.

Alle 9 di martedì 2 febbraio è ripreso il tavolo programmatico di confronto. Il termine di chiusura è fissato per le ore 13. Successivamente, o nel tardo pomeriggio o in serata, Fico salirà al Colle dal Capo dello Stato per riferire l'esito del suo mandato esplorativo.

Italia Viva, intanto, ha alzato la posta ed è tornata a chiedere il Mes, ma il presidente della Camera assicura che “dagli incontri è emersa la disponibilità a procedere ad un confronto comune per raggiungere una sintesi”.

Giuseppe Conte, giocando "in contropiede", ha fatto un nome quotato a prendere il suo posto: si tratta di Marta Maria Carla Cartabia, 57enne costituzionalista, giurista e accademica italiana, dal 2019 al 2020 presidente della Corte costituzionale, prima donna ad occupare tale carica. Ora la vera battaglia si sposterà sui ministri. Renzi ne pretende addirittura quattro e punta a sostituire anche Gualtieri, “per umiliarci”, dicono i Dem.

Nel tavolo mattutino in corso, i partiti dovranno cercare di appianare molte di queste divergenze emerse nella giornata di lunedì, sia sui nomi, sia sui punti programmatici.






Questo è un articolo pubblicato il 02-02-2021 alle 09:29 sul giornale del 03 febbraio 2021 - 854 letture

In questo articolo si parla di politica, roma, redazione, lazio, articolo, Antonello Staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bL9J