Crisi: Mario Draghi al Quirinale da Mattarella. Il M5s non sosterrà il governo tecnico

1' di lettura 03/02/2021 - L'economista ed accademico Mario Draghi, ex presidente della banca Centrale Europea, salirà alle 12 al Quirinale dopo essere stato convocato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il Capo dello Stato, nella serata di martedì aveva preso atto del fallimento del mandato esplorativo assegnato al presidente della Camera Roberto Fico ed aveva quindi parlato della necessità immediata di un “governo di alto profilo” escludendo il lungo percorso delle urne, sottolineando invece, quanto il Paese necessiti subito di un esecutivo forte per uscire dall’emergenza.

Non tutte le forze politiche sono però disposte ad accettare l’ipotesi di un governo tecnico: il Movimento Cinque Stelle ha già detto che non sosterrà un esecutivo di questo tipo guidato dall’ex governatore della Bce e non accorderà la fiducia a Mario Draghi. Lo ha annunciato Vito Crimi con un post sul social network Facebook: "Il Movimento 5 Stelle, già durante le consultazioni, aveva rappresentato che l'unico governo possibile sarebbe stato un governo politico. Pertanto non voterà per la nascita di un governo tecnico presieduto da Mario Draghi".

Anche Matteo Salvini e Giorgia Meloni hanno respinto il governo di "alto profilo" e insistono per tornare alle urne.​






Questo è un articolo pubblicato il 03-02-2021 alle 09:14 sul giornale del 04 febbraio 2021 - 245 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bMjt