Roma-Fiumicino: attivato il primo Centro aeroportuale di vaccini anti-covid19

1' di lettura 11/02/2021 - Nella giornata di giovedì 11 febbraio saranno somministrate le prime 400 dosi del vaccino Astra-Zeneca destinate agli operatori sanitari di età compresa tra 18 e 55 anni.

All’aeroporto di Fiumicino è attivo il nuovo Centro Vaccini della Regione Lazio realizzato per la prima volta in assoluto in uno scalo italiano, grazie alla collaborazione di Aeroporti di Roma, USMAF, Istituto Spallanzani e della Croce Rossa Italiana. CRI, che gestirà l’inoculazione dei vaccini attraverso il suo personale sanitario. La struttura al coperto e interamente riscaldata, in grado di somministrare a piena operatività fino a 3mila dosi di vaccino al giorno, è stata allestita utilizzando una porzione dei 22mila metri quadri di superficie messi a disposizione da Aeroporti di Roma presso il parcheggio Lunga Sosta del “Leonardo da Vinci”.

Il centro vaccinale funzionerà seguendo le indicazioni che verranno stabilite dalle autorità sanitarie, con accesso esclusivamente su prenotazione. Esso disporrà di 65 cabine, (di cui 25 per l’inoculazione), 160 sedute nell’area di osservazione medica, un parcheggio auto di 330 posti. La struttura è dotata di servizi igienici e di un servizio di ristorazione. La nuova area, ad alto isolamento termico, con un tunnel di decontaminazione e rilevamento della temperatura, è facilmente raggiungibile dall’autostrada Roma-Fiumicino grazie anche ad una segnaletica stradale dedicata e resterà aperta tutti i giorni.






Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2021 alle 11:32 sul giornale del 12 febbraio 2021 - 175 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, lazio, articolo, Antonello Staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bNyP





logoEV
qrcode