Appello, a Roma, di Società scientifiche e associazioni mediche: "Urgentissima una riforma del Fascicolo sanitario elettronico"

medico foto generica 1' di lettura 30/04/2021 - Sul Fascicolo sanitario elettronico "serve una riforma urgentissima perché così come è oggi lo strumento pone molti problemi operativi: risultando poco utile ai cittadini e al SSN, quando potrebbe invece contribuire ad "abbattere le ospedalizzazioni, anche nelle terapie intensive, in misura rilevante".

E' l'appello che, a Roma, SIT, ANORC, CNR-IRPPS e SIAARTI hanno lanciato, giovedì 29 aprile, con una conferenza stampa congiunta. Società scientifiche e associazioni hanno deciso di unire le forze perché l'FSE .soprattutto in una prospettiva europea, è una delle chiavi della Telemedicina, "che con un sistema informativo funzionante e dati di qualità - si legge in una nota congiunta - può abbattere le ospedalizzazioni, anche nelle terapie intensive, in misura rilevante".

"Per creare una sanità migliore - ha detto il presidente Sit, Antonio Gaddi- servono informazioni sanitarie fruibili e corrette. L'attuale Fascicolo Sanitario Elettronico non solo non consente di realizzare questi obiettivi, ma non ha ancora dimostrato di essere scevro di possibili effetti indesiderati e rischia di bloccare molte delle progettualità del Piano Nazionale di Resilienza e Resistenza", varato dai governi Conte 2 e Draghi. La maggiore criticità, come ha spiegato Fabrizio L. Ricci, former Director LAVSE - Consiglio Nazionale delle Ricerche, è che "oggi in Italia vi sono 21 Fse, uno per ogni Regione ..., data l'autonomia delle Regioni :con conseguenti diversi contenuti e funzioni, oltre a quelli richiesti a livello nazionale". Per questo, ha suggerito il presidente di Anorc Professioni, avvocato Andrea Lisi, "è necessario un cambiamento culturale che metta al centro i dati. Serve una "metadatazione" standardizzata. E su quei dati a livello centrale vanno garantiti i principi di interoperabilità, accessibilità, minimizzazione, usabilità, condivisione".






Questo è un articolo pubblicato il 30-04-2021 alle 08:36 sul giornale del 03 maggio 2021 - 130 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, lazio, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bZ9g