Dal Vaticano, con Papa Francesco, a Cuba, proseguono gli impegni della Nazionale “Old Italia”

4' di lettura 20/12/2021 - La Nazionale “Old Italia”, che da anni organizza incontri di calcio sempre a scopo di beneficenza o di solidarietà, con giocatori tutti rigorosamente dai 45 anni in su, come informavamo ultimamente è stata ricevuta in Vaticano da Papa Francesco, nel contesto delle udienze pubbliche settimanali del Pontefice.

Nella grande Sala Nervi, dominata dallo straordinario Cristo risorto, opera realizzata, nel 1965, dallo scultore Pericle Fazzini, l’allenatore Andrea Mancinetti, insieme al Vicepresidente Bruno Feoli e al Presidente onorario Renato Ciaramelletti, e a tutta la Nazionale, ha fatto solennemente omaggio a Sua Santità d’una maglietta della “Old Italia”, appositamente confezionata per il Pontefice. Che gli è stata consegnata da Maddy Rodriguez del Toro, cubana, madrina della Old Italia: il cui ruolo, di sostanziale mediatrice tra la Nazionale e Cuba, emergerà maggiormente a un altro prossimo grande appuntamento della Nazionale, che a febbraio 2022,si recherà proprio a L'Avana. Per consegnare 70 kit da gioco completi ai bambini d’una locale scuola di calcio, e partecipare a un Mundialito con squadre locali, piu’ esattamente un Torneo Memorial per Diego Armando Maradona e Paolo Mancinetti (fratello dell’allenatore dell’Old Italia, scomparso pochi anni fa): misurandosi, poi, anche con la Nazionale cubana femminile di calcio. “A Cuba – precisa Mancinetti – verranno con me, da Roma, i giocatori Marco Puoti, vicecapitano della squadra e grande organizzatore (che ha seguito in ogni dettaglio la preparazione dell’incontro con Papa Francesco), Antonello De Francesco, Giovanni Buti, che è Presidente della “Toscana ciclismo Mario Buti ASB” e responsabile per Firenze del ciclismo per l’UISP, Massimo Protani, Maurizio Turchi, Claudio Casadei: che, insieme a una decina di altri calcatori italiani già presenti nell’isola, rappresenteranno appunto l’Old Italia al Torneo di Cuba”..

”L’incontro con Papa Francesco - prosegue Mancinetti – è stato un momento di alta spiritualità e di riflessione costruttiva per tutti noi; insieme, ovviamente, alla legittima soddisfazione per le parole di apprezzamento che ci ha rivolto il Pontefice. “Continuate a fare quello che fate”, ci ha detto “perché è molto bello, e nobile, il lavoro che svolgete per aiutare specialmente bambini e anziani. Perciò non vi fermate. Proseguite sempre”. Un’esortazione che metteremo senz’altro in pratica, data l’alta autorità morale di chi ce la rivolge, il Vicario di Cristo sulla terra”. Ma anche per questo – è il sincero sfogo di Andrea – a me, allenatore, e a Bruno Feoli, Vicepresidente dell’Old Italia, ha dato molto fastidio il comportamento,di alcuni nostri giocatori che dopo esser stati, grazie anzitutto a me, in tanti tornei importanti, in Italia e all'estero (Bulgaria, ad esempio, pochi mesi fa), ed ora persino dal Santo Padre, proprio l’altro giorno, anziché partecipare con tutti noi a un altro importante Torneo, organizzato dalla squadra “Fiumicino DVLS”, han preferito andare a giocare in incontri insignificanti” Ad ogni modo, specie da quando sono andati via dall'Old Italia elementi ambigui e opportunisti, le cose ci stanno andando molto meglio; e non vogliamo piu’ elementi così, ma solo giocatori che vogliano impegnarsi sinceramente, senza secondi fini.”.

Il Torneo quadrangolare di Fiumicino, comunque, è stato vinto dalla “Old Italia” battendo le altre squadre, la Fiumicino DVLS, La Fenice Roma ed MR Roma. Migliori giocatori, a giudizio dell’allenatore Mancinetti, son stati Roberto Borrello (calciatore già di serie A, col Catanzaro, Marco Puoti, Simone Matocci, Massimo Protani, Raffaele Russo, Daniele Pelliccioni, capocannoniere, Nicola Di Ianni, e Antonio di Iorio (da non confondere con Maurizio Iorio, altro importante giocatore della Old italia e dirigente dell’AMA). “Così – precisa Mancinetti – abbiamo acquistato 2 punti per la classifica finale di tutta l’Italia: ora siamo primi, e parteciperemo alle 2 finali, quella di giugno, per campioni d’Italia over 50, a Cattolica, e l’altra di luglio, a Saint Vincent”.

Prossimi ravvicinati impegni della Old Italia saranno, il 6 gennaio, il Memorial a Roma, per il padre di Giovanni Buti, Mario (che è stato un importante giornalista sportivo), e, il 9 gennaio, un altro importante Torneo di beneficenza a Cassino.






Questo è un articolo pubblicato il 20-12-2021 alle 10:11 sul giornale del 21 dicembre 2021 - 284 letture

In questo articolo si parla di sport, roma, lazio, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cASD





logoEV
qrcode