SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
articolo

Il direttore Valery Gergiev non prende le distanze della Russia: Sala, "Non credo sarà alla Scala il 5 marzo"

1' di lettura
487

Il 5 marzo alla Scala di Milano "non credo che ci sarà Valery Gergiev. Penso che a questo punto lo possiamo escludere. Io certamente non ho chiesto nessuna abiura ma una presa di distanza dalla guerra, che è una cosa un po' diversa".

Lo dice il sindaco di Milano, Giuseppe Sala a Dire prima dell'inizio della cerimonia per l'inaugurazione dell'anno accademico della Iulm, in relazione alla posizione del maestro russo, ritenuto vicino a Vladimir Putin.

"Vedo che altre persone nel mondo artistico, tipo Anna Netrebko, si sono espresse" sulla guerra, così come "molti nel mondo dello sport- continua Sala- io non voglio giudicare ma quello che so, visto che ho chiesto un attimo fa al sovrintendente, è che è Gergiev non ha risposto ed è ripartito". Insomma, cosa succederà il 5 marzo, giorno in cui si sarebbe dovuto tenere il concerto alla Scala? "Vedremo- chiosa Sala- questo è un tema che è stato sollevato da Milano, ma varie realtà e templi della musica hanno risposto".

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook Telegram di Vivere Italia .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereitalia Clicca QUI.


Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2022 alle 15:32 sul giornale del 01 marzo 2022 - 487 letture