Elicottero scomparso: sul Cusna individuati cratere e detriti. Nessun superstite

1' di lettura 11/06/2022 - I soccorritori hanno ritrovato, privi di vita, tutti e sette i passeggeri dell'elicottero caduto giovedì scorso sull'Appennino reggiano. Lo fa sapere la Prefettura di Modena.

“L'individuazione è stata possibile a seguito del rinvenimento di alcuni alberi bruciati e di alcuni resti metallici. Sul posto stanno convergendo tutte le forze a disposizione, sia a piedi che trasportate da elicotteri”, ha fatto sapere la Prefettura.

Le vittime sono quattro turchi e due libanesi, che erano in viaggio d'affari in Italia, oltre al pilota italiano del velivolo. A bordo dell'elicottero c'erano in totale sette persone. Il pilota, veneto, Corrado Levorin, e sei passeggeri, quattro manager turchi e due libanesi: Kenar Serhat, Cez Arif, Ilker Ucak, Erbilaltug Bulent, Chadi Kreidy e Tarek El Tayak.

Sabato, dopo due giorni di ricerche, sono stati ritrovati i resti dell'elicottero scomparso, alcune squadre, trasportate da elicotteri di soccorso, hanno raggiunto il luogo del ritrovamento in un impervio canalone tra il Rifugio Battisti e la località Segheria, nell'Appennino al confine tra le province di Reggio Emilia e Modena.

E qui, sono stati rinvenuti i corpi. Le notizie sulle operazioni di soccorso, aggiunge la Prefettura, sono state condivise in tempo reale con le delegazioni diplomatiche dei due Paesi stranieri, guidate dai rispettivi ambasciatori. La zona del ritrovamento è stata messa sotto sequestro

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook Telegram di Vivere Italia .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereitalia Clicca QUI.





Questo è un articolo pubblicato il 11-06-2022 alle 18:20 sul giornale del 13 giugno 2022 - 1176 letture

In questo articolo si parla di cronaca, emilia romagna, notizie, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/daM0





qrcode