Berlusconi: "Con noi al governo sentenze assoluzione I e II grado non appellabili"

1' di lettura 17/08/2022 - (Adnkronos) - "In Italia, ogni anno migliaia di persone vengono arrestate e processate pur essendo innocenti.

Il processo è già una pena, che colpisce l'imputato, ma anche la sua famiglia, i suoi amici, il suo lavoro. Per questo non deve trascinarsi all'infinito, in appelli e controappelli. Quando governeremo noi, le sentenze di assoluzione, di primo o di secondo grado, non saranno appellabili". Lo ha detto il presidente di Fi, Silvio Berlusconi, nella sua 'pillola elettorale'. "Un cittadino - una volta riconosciuto innocente - ha diritto di non essere perseguitato per sempre. Anche perché perseguitare gli innocenti significa lasciare i veri colpevoli in libertà. Se sei d'accordo, se anche tu pensi che la presunzione di innocenza sia alla base della nostra civiltà giuridica, il 25 settembre devi andare a votare e devi votare Forza Italia" ha concluso Berlusconi. 





Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 17-08-2022 alle 12:08 sul giornale del 18 agosto 2022 - 194 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dldQ





logoEV
qrcode