Long Covid, Bassetti: "Ormai è moda, tante diagnosi errate"

1' di lettura 24/08/2022 - (Adnkronos) - "Nelle ultime settimane mi è capitato di curare e seguire persone erroneamente etichettate come 'long Covid' e 'post-Covid', che nella realtà avevano altri problemi di salute, non adeguatamente diagnosticati: infezioni fungine polmonari, polmoniti batteriche da Legionella e pneumococco, forme di malattie neurologiche demielinizzanti, neuriti post-erpetiche, ecc.

Ormai il long Covid è diventato, in molti casi, un diagnosi empirica, quasi una moda, quando non si capisce cosa abbia il paziente e non si voglia o non si possa approfondire la diagnostica e il ragionamento clinico". Lo afferma, in un post su Facebook, Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infetti del policlinico San Martino di Genova, invitando a fare "attenzione alle diagnosi errate di long Covid".  "Noi al San Martino siamo stati tra i primissimi, insieme ai colleghi pneumologi, cardiologi, neurologi, psichiatri a occuparci di questo tema - prosegue - e continuiamo a seguire e a visitare moltissime persone, ma ci siano accorti che, grazie alle vaccinazioni, i quadri sono molto più rari e soprattutto meno gravi. A proposito di vaccini, ora che arriverà quello aggiornato su Omicron 1 - chiosa - occorre fare il richiamo entro ottobre". 





Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 24-08-2022 alle 16:23 sul giornale del 25 agosto 2022 - 166 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dmcY





logoEV
qrcode