SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'

lancio di agenzia
Unimarconi saluta un 2022 di traguardi e traccia le rotte per il nuovo anno

4' di lettura 86

ROMA - È andato martedì ieri, nell'Aula Magna di via Vittoria Colonna, 'Unimarconi Fabbrica del sapere digitale', l’evento dedicato alla condivisione dei risultati raggiunti, ai nuovi progetti in cantiere e alla programmazione della visione strategica di quella che è dal 2004 la prima università digitale italiana, indipendente e non profit.
Con l’occasione l’ateneo ha augurato Buon Natale a tutta la 'grande famiglia' Unimarconi, alla presenza di diversi ospiti di alto rilievo accademico e istituzionale. In videoconferenza è intervenuto il ministro Matteo Salvini, che ha salutato la sala gremita, garantendo l’impegno del governo nei confronti delle Università, sposando pienamente l’attualità e l’efficacia del mondo di insegnamento a distanza ormai pienamente “sdoganato” dal lungo periodo della pandemia. A fare da padrone di casa e a delineare la mission futura dell’ateneo, Alessio Acomanni presidente e direttore Generale. Accanto a lui il vice presidente della Camera, Giorgio Mulè e il sottosegretario di Stato al ministero dell’Università e della Ricerca, Augusta Anita Laura Montaruli, il dott. Antonio Felice Uricchio, presidente dell’ANVUR, il dott. Elvio Mauri direttore generale di Fondimpresa, il dott. Arturo Lavalle Head of Research Development and International Relations Area dell’Università degli Studi Guglielmo Marconi, il prof. Mario Morcellini presidente del Nucleo di valutazione dell’ateneo e il prof. Fulvio Gismondi, pro rettore dell’Unimarconi. Messaggi di saluto sono arrivati anche da due diversi angoli del mondo. In particolare sono intervenuti Firoz Tahirinil, Presidente del Westford Group di Dubai e Leslie Loh, presidente di Lithan Academy, collegato da Singapore. Entrambi partner internazionali dell’Unimarconi da ormai diversi anni. “Quella di Unimarconi è una storia cominciata diciannove anni fa- il commento di Alessio Acomanni- Un percorso nato grazie alla visione pioneristica della nostra Rettrice, la professoressa Alessandra Briganti, capace di rendere il nostro ateneo la prima università digitale italiana. Da allora, grazie alla ricerca continua, ad un corpo docente incardinato e a costanti investimenti in infrastrutture digitali abbiamo continuato a proporre contenuti di qualità uniti a rigorosi sistemi di controllo sulla serietà e la qualità dei percorsi accademici messi a disposizione della crescita socio culturale del sistema paese”. Una sfida inclusiva e democratica perché Unimarconi in qualità di ente non profit offre ai propri studenti le rette più basse del comparto finanziandole senza interessi. Uno sguardo poi a quanto fatto negli ultimi mesi e la proiezione al futuro: “Nell’ultimo anno abbiamo creato il progetto Unimarconi Infopoint, investendo sui territori e aprendo oltre quaranta sedi di orientamento accreditate e professionali su tutto il territorio nazionale. Abbiamo stretto partnership strategiche con 24 Ore Business School per il post lauream, con Fondimpresa per la formazione finanziata, con la Lumsa per la pubblica amministrazione e con Westford e Raffles per la didattica internazionale. Stiamo sperimentando la didattica futura nel metaverso e inaugureremo il nuovo servizio di mentorship per mantenere un focus costante sul mondo del lavoro”.Sostegno istituzionale garantito dal sottosegretario Montaruli, che ha portato in sala l’impegno del MUR e del governo tutto, nella previsione di una collaborazione proficua e duratura con il mondo universitario digitale. “Lavoreremo ascoltando le posizioni e le ragioni di tutti gli interpreti del mondo universitario, senza alcun pregiudizio e nell’interesse del sistema universitario di tutto il paese”. Sulla stessa lunghezza d’onda il vice presidente della Camera Giorgio Mulè, che ha voluto sottolineare a più riprese quanto l’Unimarconi “sia un’eccellenza nel panorama degli atenei digitali e quanto sia importante riconoscere sempre più dignità e autorevolezza agli atenei digitali, quali veicoli di futuro”. Il prof. Mario Marcellini e il prof. Fulvio Gismondi hanno tracciato le file della lunga storia Unimarconi, anche attraverso aneddoti e curiosità capaci di divertire il pubblico in sala, il presidente dell’Anvur Auricchio ha messo in campo le prerogative della trasparenza, dell’imparzialità e della serietà nell’accompagnare il mondo delle università nell’offrire il miglior servizio possibile e agli studenti. Prima del brindisi di Buon Natale, Arturo Lavalle ha ribadito l’impegno internazionale dell’ateneo determinato a continuare ad investire e a collaborare con i più prestigiosi partner internazionali. Discorso analogo per la formazione finanziata per le aziende, con il direttore generale di Fondimpresa Elvio Mauri a ribadire con il presidente Acomanni la volontà di lavorare insieme e con più forza nel nuovo anno.







qrcode