SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITà

Il Cordoglio di Mattarella e delle Istituzioni: “Ratzinger figura indimenticabile”. L’Italia e l’Europa in lutto

5' di lettura 74

ROMA - Stanno giungendo in queste ore tantissimi messaggi di vicinanza e di affetto in Vaticano e a Papa Francesco per la scomparsa di Benedetto XVI.

Commosso il ricordo del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, della premier Giorgia Meloni e dei rappresentanti delle istituzioni italiane ed Europee. I Vescovi italiani, in un messaggio della presidenza della Cei, invitano a celebrare messe in tutto il Paese in memoria del Papa emerito. MATTARELLA: LUTTO PER L'ITALIA, GUARDIAMO AL SUO ESEMPIO "La morte del Papa emerito Benedetto XVI è un lutto per l’Italia. La sua dolcezza e la sua sapienza hanno beneficato la nostra comunità e l’intera comunità internazionale. Con dedizione ha continuato a servire la causa della sua Chiesa nella veste inedita di Papa emerito con umiltà e serenità. La sua figura rimane indimenticabile per il popolo italiano. Intellettuale e teologo ha interpretato con finezza le ragioni del dialogo, della pace, della dignità della persona, come interessi supremi delle religioni. Con gratitudine guardiamo alla sua testimonianza e al suo esempio". È quanto afferma in una dichiarazione il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. MELONI: UN GIGANTE DELLA FEDE E DELLA RAGIONE "Benedetto XVI è stato un gigante della fede e della ragione. Un uomo innamorato del Signore che ha messo la sua vita al servizio della Chiesa universale e ha parlato, e continuerà a parlare, al cuore e alla mente degli uomini con la profondità spirituale, culturale e intellettuale del suo Magistero. Un cristiano, un pastore, un teologo: un grande della storia che la storia non dimenticherà. Ho espresso al Santo Padre Francesco la partecipazione del Governo e mia personale al dolore suo e dell'intera comunità ecclesiale". Così in una dichiarazione il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni. FONTANA: UN GRANDE UOMO, TEOLOGO E PAPA Il Presidente della Camera dei deputati, Lorenzo Fontana, dichiara in una nota: "Esprimo profondo cordoglio per la scomparsa di Benedetto XVI. Un grande uomo, teologo e Papa. Mi unisco, in questo triste momento, alla preghiera di tutta la comunità cattolica". LA RUSSA: PUNTO DI RIFERIMENTO OLTRE IL SUO PONTIFICATO "Santita', la scomparsa del Papa Emerito Benedetto XVI riempie tutti di grande tristezza: guida spirituale di notevole carisma ed esempio di fede profonda, pastore fermo e al tempo stesso mite, fine studioso e autore di numerosi saggi, ha rappresentato un punto di riferimento ben oltre la durata del Suo Pontificato. Mancheranno l'esempio personale e religioso, lo spirito di servizio, la profonda umiltà. Anche a nome dei colleghi senatori desidero esprimere sentimenti di sincero e profondo cordoglio". Così il Presidente del Senato Ignazio La Russa, in un telegramma inviato a Papa Francesco per il tramite del Segretario di Stato della Santa Sede, Cardinale Pietro Parolin. VON DER LEYEN: CON DIMISSIONI DIEDE SEGNALE FORTE "La scomparsa di Papa Benedetto mi rattrista. La mia solidarietà va a tutti i cattolici. Con le sue dimissioni aveva dato un segnale forte. Si è visto prima come un servitore di Dio e della sua Chiesa. Una volta che la sua forza fisica è diminuita, ha continuato a servire attraverso il potere delle sue preghiere". Lo ha scritto su twitter la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, alla notizia della morte del papa emerito Benedetto XVI. METSOLA: L'EUROPA LO PIANGE, RIPOSI IN PACE "Triste nell'apprendere della scomparsa di Sua Santità Papa Emerito Benedetto XVI. L'Europa lo piange. Possa riposare in pace". Lo scrive su Twitter la presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, citando alcune parole dello stesso Ratzinger: "Non aver paura né del mondo, né del futuro, né della tua debolezza". IL PRESIDENTE EMERITO NAPOLITANO: CONDIVISI RIFLESSIONI SU ITALIA E UE "Memorie e vincoli di stima e di rispettosa amicizia mi legavano a Sua Santità Benedetto XVI, sviluppatisi in particolare negli anni trascorsi come Presidente della Repubblica Italiana. Pur provenendo da esperienze intellettuali e umane lontane e differenti, con il Pontefice allora potei sviluppare una condivisione di ansie e intenti e una consuetudine di riflessione sul futuro dell’Italia e dell’Europa. Fu per me un’esperienza di rilevante intensità spirituale, culturale e umana, segnata dall’interazione positiva di mondi diversi e aiutata anche dal comune amore per la musica". É quanto si legge nel testo della lettera di condoglianze del presidente emerito Giorgio Napolitano a Papa Francesco per la scomparsa di Benedetto XVI definito "una grande figura della Chiesa e della cultura contemporanea". LA CEI AI FEDELI: CELEBRATE MESSE IN SUFFRAGIO "Invitiamo le comunità locali a riunirsi in preghiera e a celebrare la messa in suffragio del Papa emerito Benedetto XVI. È opportuno utilizzare uno dei formulari proposti dal Messale Romano per le Messe dei defunti 'Per il Papa'. Nei testi si dovrà aggiungere la dicitura 'il Papa emerito Benedetto XVI'". L'invito arriva dalla Presidenza della CEI, la conferenza episcopale in un messaggio di cordoglio per la morte di Benedetto XVI. "In questo momento - si legge nel messaggio dei Vescovi italiani- facciamo nostra la sua preghiera alla Vergine di Loreto, a cui affidiamo la sua anima: 'Proteggi il nostro Paese, perché rimanga un Paese credente; perché la fede ci doni l’amore e la speranza che ci indica la strada dall’oggi verso il domani. Tu, Madre buona, soccorrici nella vita e nell’ora della morte'".

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook Telegram di Vivere Italia .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereitalia Clicca QUI.


di Agenzia DIRE






logoEV
qrcode