SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Zelensky a Sanremo, Nardella risponde a Salvini: “Parli di Pnrr e opere bloccate”

1' di lettura
196

FIRENZE - Zelensky a Sanremo? L'invito del Festival divide e spacca, anche la politica. Soprattutto dopo che Matteo Salvini ha aperto il 'fronte'.
"Se ho tempo vedrò le canzoni, non Zelensky", ha detto ieri il vicepremier e ministro delle Infrastrutture. Parole su cui il sindaco di Firenze, Dario Nardella, che guida la mozione che porta il nome di Stefano Bonaccini al congresso del Pd, lancia la stoccata: "Mi piacerebbe che Salvini andasse in televisione a parlare di come semplificare le leggi per realizzare le opere pubbliche de Pnrr, invece che parlare di Sanremo. Poteva evitare di aprire questo dibattito e parlare di cose più serie, come le opere pubbliche che nel Paese non partono", sottolinea a 'L'aria che tira', su La 7. Dato il colpo, con la questione ormai aperta, sul caso specifico il sindaco si schiera con i favorevoli al collegamento con il presidente dell'Ucraina. "È un gesto di solidarietà al popolo ucraino". Si tratta "di un messaggio di vicinanza e anche di condanna per quello che sta succedendo. Francamente lo trovo bello, non scandaloso". A Sanremo, inoltre, "si è sempre parlato di questioni politiche: dalla mafia, alla violenza sulle donne o le morti bianche. Separarlo da quello che ci succede intorno va contro la natura" del Festival. La guerra "è entrata nelle nostre case. È nel mondo dell'economia, del lavoro, se ne parla a tavola in famiglia, con i colleghi. Ed è inevitabile che entri a Sanremo".


Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 27-01-2023 alle 13:34 sul giornale del 28 gennaio 2023 - 196 letture






qrcode