SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Un anno di guerra, Ucraina: "Russia prepara nuovo attacco"

3' di lettura
142

(Adnkronos) - La Russia sta rafforzando le sue posizioni sul fronte, l'Ucraina si aspetta una nuova ondata di attacchi mentre si avvicina il primo anniversario dell'inizio della guerra, iniziata con l'invasione ordinata da Vladimir Putin il 24 febbraio 2022.
Lo stato maggiore ucraino osserva l'attività del nemico e in particolare sottolinea che le forze russe hanno concentrato i loro sforzi per "operazioni offensive nelle direzioni di Kupiansk, Lyman, Bakhmut, Avdiivka e Shakhtarsk". In particolare, proseguono i combattimenti intensi intorno a Bakhmut. E con aerei da ricognizione, le forze di Mosca stanno cercando di rendere più precisi i loro attacchi di artiglieria. Attacchi russi sono stati respinti dagli ucraini vicino ad Avdiivka e Shakhtarsk. Kiev si prepara alla fase cruciale della guerra e continua ad aspettare la svolta con la fornitura di caccia. "Non escludo che la Gran Bretagna possa diventare il primo Paese a sbloccare la fornitura di aerei da combattimento all'Ucraina", ha detto su Telegram il capo dell'ufficio presidenziale ucraino, Andriy Yermak. "Ci sono ancora questioni che devono essere concordate. Stiamo lavorando", ha aggiunto Yermak. Gli aiuti militari che la Gran Bretagna intende fornire all'Ucraina sono stati al centro di un nuovo colloquio telefonico tra il presidente Volodymyr Zelensky ed il primo ministro britannico Rishi Sunak. Il presidente ucraino su Twitter ha definito Sunak "un vero amico" dell'Ucraina e ha spiegato di apprezzare la comprensione del governo britannico sul fatto che dalla velocità "delle forniture di aiuti militari" dipenda "il successo" di Kiev campo di battaglia. "Insieme stiamo avvicinando la nostra vittoria comune!", ha aggiunto Zelensky. Nel paese, soprattutto dopo la visita del presidente americano Joe Biden, rimane alta la fiducia nel successo finale. Il 95% degli ucraini crede nella vittoria del proprio Paese contro la Russia, come emerge da un sondaggio condotto all'inizio di febbraio dall'istituto ucraino Rating Group e diffuso a due giorni dal primo anniversario dell'invasione. Sempre secondo lo stesso sondaggio, il 97% degli ucraini intervistati afferma di avere fiducia nel proprio esercito (rispetto al 65% nel 2019) e il 90% nel proprio presidente, Volodymyr Zelensky (erano il 36% nel gennaio 2022). Mentre il 17% della popolazione ha dichiarato di aver perso una persona cara in guerra, più della metà (58%) ha ritenuto "impossibile" ristabilire rapporti amichevoli con russi e bielorussi. Intanto, il procuratore generale ucraino ha annunciato che il suo ufficio ha identificato 91 soldati russi responsabili di crimini di guerra a Bucha. "Durante l'occupazione l'esercito russo ha commesso più di 9mila crimini di guerra nel distretto di Bucha, nella regione di Kiev, e più di 1.700 civili sono stati uccisi", ha dichiarato il procuratore, citato dai media locali. "Finora sono stati identificati 91 militari russi implicati in questi crimini", ha aggiunto, precisando che l'obiettivo è "assicurare alla giustizia tutte le persone coinvolte". 


Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 23-02-2023 alle 00:01 sul giornale del 24 febbraio 2023 - 142 letture






qrcode