SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
lancio di agenzia

"Coppie gay spacciano bambini per loro figli", Roccella: "Rampelli dice verità"

1' di lettura
106

(Adnkronos) - "Spacciare evoca altre cose, magari il termine non è corretto, ma la verità è quella che ha detto Rampelli".

Lo dice il ministro per la Famiglia, Eugenia Roccella, ospite di 'Mezz'ora in più' su Rai 3, commentando le parole del vicepresidente della Camera, Fabio Rampelli, che ha parlato di coppie gay che spacciano bambini per figli nel suo intervento ieri a In Onda su La7. "La nostra legge - dice - che per essere adottati ci vogliono un padre e una madre". "Se due persone dello stesso sesso chiedono il riconoscimento, e cioè l'iscrizione all'anagrafe, di un bambino che spacciano per proprio figlio significa che questa maternità surrogata l'hanno fatta fuori dai confini nazionali", le parole di Rampelli, vicepresidente della Camera ed esponente di Fratelli d'Italia, nel corso della trasmissione su La7. Rampelli rispondeva a una domanda di Concita De Gregorio sul mancato riconoscimento in Italia dei figli delle coppie gay dovuto allo stop imposto dal governo al Comune di Milano rispetto alle trascrizioni sul registro dell'anagrafe. Una posizione ribadita nei giorni scorsi con la bocciatura al Senato della proposta di regolamento Ue.    "Una violenza atroce, non soltanto nei confronti dei genitori che scelgono di accogliere con amore dei figli, ma soprattutto nei confronti dei bambini che nemmeno possono difendersi", scrive Pina Picierno su Facebook. "Si spacciano (loro sì) per politici degni del governo del Paese, sono solo reazionari violenti", conclude l'esponente del Pd.  


Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 19-03-2023 alle 15:08 sul giornale del 20 marzo 2023 - 106 letture






qrcode