SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Altre tre medaglie per l’Italnuoto ai Mondiali di Doha

2' di lettura
208

DOHA (QATAR) (ITALPRESS) – Altre medaglie per l’Italnuoto ai 21esimi Mondiali di nuoto, in corso all’Aspire Dome di Doha.

Alberto Razzetti ha conquistato uno storico argento nei 200 farfalla, chiudendo con il crono di 1’54″65 e tenendo testa al giapponese Tomoru Honda, oro in 1’53″88. Bronzo per l’austriaco Martin Espenberger in 1’55″16. Una medaglia storica che rappresenta il primo podio di sempre per l’Italia in questa gara al Mondiale e il primo podio iridato per l’azzurro. “Sono felicissimo, ci tengo tantissimo a questa medaglia, sapevo di potermela giocare. Ho provato a stare con Honda fino alla fine, poi ne ha avuto di più lui, ma è la mia prima medaglia in vasca lunga sono davvero contentissimo”, le parole di Razzetti, che approda anche nella finale dei 200 misti. Argento anche per Nicolò Martinenghi nei 50 rana maschili: l’azzurro ha sfiorato l’oro, chiudendo in 26″39 alle spalle dell’australiano Sam Williamson, che conquista il titolo iridato in 26″32. Bronzo per lo statunitense Nic Fink in 26″49. Sesto posto per l’altro azzurro Simone Cerasuolo con il crono di 26″93. “Mi manca sempre qualche centesimo per l’oro, diventerò miliardario… – scherza Martinenghi – Sono contentissimo, ho fatto una bellissima gara. Questo tempo mi dà tanta fiducia. Nei 50 so che non esiste la gara perfetta, perdere con questo tempo è bello comunque, anche se non nego che c’è un pò di amaro in bocca. Vuol dire che tornerò a sognare l’oro. Oggi prima della partenza mi sentivo veramente bene, molto me stesso, senza ansia, uno spirito che mi mancava da un pò”. Gregorio Paltrinieri mette al collo invece il bronzo nella finale degli 800 stile libero. Il titolo iridato è andato al 22enne irlandese Daniel Wiffen in 7’40″94, davanti all’australiano Elijah Winnington (7’42″95). Paltrinieri, reduce dalle fatiche in acque libere, ha chiuso in 7’42″98. Settimo posto per l’altro azzurro in finale, Luca De Tullio (7’49″79). “Non guardo più tanto alle medaglie, se arrivano o no, ma alle emozioni e alle sensazioni. Quando trovo belle sensazioni ed emozioni mi scatta qualcosa dentro. Oggi le ho trovate e sono felice – spiega SuperGreg – Ero un pò morto in fondo, ho fatto fatica nell’ultimo 100, ma stata una bella gara”. Dopo la qualifica per le Olimpiadi di Parigi 2024 conquistata questa mattina, la 4×100 mista mixed azzurra ha chiuso al sesto posto la finale di Doha: Michele Lamberti, Nicolò Martinenghi, Giulia D’Innocenzo e Chiara Tarantino hanno toccato in 3’47″29. Oro alla squadra statunitense che ha terminato in 3’40″22 precedendo Australia (3’43″12) e Gran Bretagna (3’45″09), rispettivamente argento e bronzo. Alessandro Miressi ha conquistato la finale nei 100 stile libero in 48″25, eliminato Manuel Frigo così come Costanza Cocconcelli nelle semifinali dei 50 dorso.

– Foto Image –

(ITALPRESS).



Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 14-02-2024 alle 19:26 sul giornale del 15 febbraio 2024 - 208 letture






qrcode