SEI IN > VIVERE ITALIA > ATTUALITA'
lancio di agenzia

Tassa sul turismo, Riggio "Uno Stato serio dovrebbe ridurla"

1' di lettura
198

PALERMO (ITALPRESS) – “La tassa sul turismo si è andata caricando nel corso del tempo: anche se la si chiama così, attraverso quest’imposta si sono dati tanti contributi, compresi quelli ai vigili del fuoco. Uno Stato serio la dovrebbe riordinare o ridurre, perché ormai è diventata una sorta di Bancomat sul biglietto aereo, ma al contempo dovrebbe limitare la possibilità per gli aeroporti di concedere sconti”. A dirlo è Vito Riggio, amministratore delegato di Gesap, società di gestione dell'aeroporto di Palermo, a margine della presentazione del programma per i voli Ryanair dell’estate 2024. “Noi ormai siamo arrivati a sconti che superano il 50%, quando basterebbe farli al 30% - aggiunge Riggio, - Capisco che questo può non fare piacere a Ryanair, ma in questo momento tutti gli aeroporti sono in mano a un unico soggetto che gestisce gli aerei e organizza il traffico: se la tassa diminuisce mi aspetto anche una riduzione del costo del biglietto e un’intensificazione dei rapporti. Dovrebbe essere lo Stato a rivedere il contributo di 1,50 euro per i Vigili del fuoco, che non ha alcun senso: tale revisione dovrebbe essere seguita da forti incrementi in termini di passeggeri e un abbassamento del prezzo”. xd8/vbo/gtr





Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 14-02-2024 alle 17:40 sul giornale del 15 febbraio 2024 - 198 letture






qrcode